etesia-png

La storia di Etesia Surfboard inizia così, tre ragazzi, tre regioni Italiane, tre culture profondamente diverse, una sola passione comune, il Mare.

Tutto ha inizio un paio di anni fa quando, per mille coincidenze diverse e piuttosto strane, ci ritroviamo tutti e tre a Castiglioncello, quella che poi sarebbe diventata la Nostra Casa.

Qui impariamo a conoscerci, viviamo insieme ogni momento di un’estate che ci avrebbe per sempre segnato, tra una surfata, qualche birra e molte cazzate nasce una pazza idea: costruirci le nostre tavole da surf.

Iniziamo da subito, la voglia (smania, si tratta di smania) è tanta e l’esperienza pochissima, iniziamo a vedere ore e ore di video di Shapers, andiamo a vedere qualche amico shapare e resinare finchè decidiamo di provarci. La prima tavola è una tavola a tutti gli effetti, sì, quella con quattro gambe e su cui ci si pranza e ci si gioca a Risiko. Da buone teste dure non ci arrendiamo, ci chiudiamo in Cantiere e sforniamo altre 10 tavole nel giro di poco più di un mese. Proseguiamo così per un anno intero, serate interminabili ricoperti di polvere fino ai capelli, nient’altro al di fuori, solo tavole da surf, surf e tavole da surf, questo è ciò che facciamo e questo è ciò che vogliamo fare.

IL CANTIERE, LE TAVOLE.

Abbiamo citato il Cantiere, in pochi sanno dove e cosa sia. Etesia non nasce in un classico Garage o in un Container. La nostra fortuna è stata quella di aver avuto il supporto di professionisti della vetroresina, il Cantiere appunto. Abbiamo iniziato a shapare e resinare le nostre tavole nel Cantiere navale Calafuria, un vero pezzo di Storia della Nautica Toscana e Italiana. Qui ci sono stati tramandati tanti piccoli segreti, tanti trucchi che avremmo impiegato anni ad imparare da soli. Dobbiamo quindi dire grazie alle maestranze di questo luogo, per questo le prime tavole Etesia portano il nome Calafuria, poiché sono il segno di tradizione, storia e affidabilità, proprio come le barche Calafuria.

ETESIA OGGI

Dopo i primi anni di esclusiva produzione hand made in Cantiere, oggi le tavole Etesia si possono trovare in varie formule. Come nasce infatti una tavola da surf Etesia?

Le nuove tavole vengono ideate con l’utilizzo di software all’avanguardia dove vengono analizzati tutti i parametri fondamentali: distribuzione del volume, rocker, rails e flussi idrodinamici. Una volta ottenuta la forma, la tavola viene prodotta in cantiere e testata in varie condizioni anche grazie all’aiuto dei numerosi amici “Del Covo” per poi passare alla rete di distribuzione. Esistono attualmente 9 modelli di tavole a catalogo che variano dal fish al long. La nostra filosofia è quella di non cercare di emulare le classiche tavolette Lost, Channel Island ecc.. , ma di trovare piuttosto delle forme che meglio possano rispondere alle esigenze del nostro  mare. Per questo abbiamo deciso di spingere sul Custom, poichè crediamo profondamente che ognuno di noi abbia bisogno di una tavola che assecondi a pieno le proprie esigenze dettate da stili e livelli di surf diversi, perchè l’essenziale in mare è divertirsi ed essere in armonia con la natura che ti circonda.

Per maggiori info o per disegnare con noi la tua prossima tavola contattaci su Instagram @etesia_surfbard o scrivici a info@etesiasurfboard.com

ETESIA SURFBOARD ARRIVA AL SURF EXPO

3boys barrel

image00071

image00066